giovedì 17 maggio 2018

LINGUAGGIO RISPETTOSO DELLE DIFFERENZE DI GENERE E TV

Giovanna Covi, nostra amica dell'università di Trento, ci ha mandato questo contributo che pubblichiamo volentieri:
 
Domenica 13 maggio 2018-Rai3 diretta TV nazionale e poi regionale per la sfilata dell' Adunata degli Alpini a Trento (residenti in tutto il Comune: poco più di 100,000, partecipanti all'Adunata in centro città: 500,000; la sfilata dura dalle 9 del mattino alle 9 di sera ed è preceduta da due giorni di attività molto partecipate--senza dubbio un evento molto popolare), in tarda mattinata sul palco Mattarella, Pinotti e Casellati: la giornalista Stella Antonucci proprio non riesce a dire Ministra e neanche la Presidente e nemmeno la Comandante quando intervista, non ce la fa, si impappina, come se non ci fossero abbastanza maschi in giro declina anche le poche donne al maschile, il suo collega è più rispettoso delle differenze di genere, ma da solo non basta. 
Sono importanti questi momenti TV molto popolari. I media hanno molto potere, e purtroppo in questi momenti i media cedono alla conservazione. Lo vediamo chiaramente nelle nuove popolarissime serie TV 2018: Don Matteo 11 dove la donna viene chiamata IL CAPITANO, Il Capitano Maria il cui eloquente titolo ribadisce l'invito a non dire LA CAPITANA
Peccato, sarebbero state occasioni per fare quel che una TV pubblica dovrebbe fare: intrattenimento ed educazione insieme.
Giovanna Covi

Nessun commento:

Posta un commento