giovedì 27 novembre 2008

Agenda: per la consultazione del blog

Abbiamo organizzato il nostro blog secondo le seguenti categorie (etichette):

1. AAA: guida alla consultazione del blog

2. Agenda di lavoro: obiettivi del gruppo e del blog

3.
Arte, cinema, libri e dintorni: tutto ciò che viene prodotto in modo da sensibilizzare, ironizzare, giocare, creare e ricreare

4. Bibliografia: si forniscono i testi di riferimento storici e quelli più recenti

5. Caccia agli errori/orrori: materiali per giocare insieme imparando a riconoscere le 'aree sensibili', vi sfidiamo a riconoscere quelle che potrebbero essere fonte di matenimento e riproduzione di un 'pregiudizio'

6. Documenti: depliant, manifesti: immagini che rappresentano il mondo maschile come 'generico' e 'sovraordinato', usato cioè per rappresentare sia gli uomini che le donne.

7. Documenti: comunicazione pubblica, comunicazione sanitaria, media: materiale esemplificativo dei fenomeni linguistici e degli usi linguistici che riproducono, mantengono e diffondono pregiudizi sessisti. I materiali sono riprodotti da fonti originarie di cui si danno gli estremi.

8. Gruppo di studio: verbali degli incontri

9. Iniziative in giro per il mondo

10. Materiali: i buoni esempi: da tutto il mondo immagini articoli e materiali vari che dimostrano come si possano trovare soluzioni per un uso non discriminatorio dei linguaggi (scritto, parlato, visivo, delle immagini)

11. Materiali: le nostre campagne:
pubblichiamo in questa sezione tutte le segnalazioni e le varie iniziative fatte dal nostro gruppo.

12.
Soluzione alla caccia agli errori/orrori: suggeriamo le soluzioni alla "caccia" nella convinzione che un'attenzione maggiore a come parliamo e scriviamo non può che portarci verso una maggiore consapevolezza ed alla possibilità di superare stereotipi e discriminazioni.

13. Tesi di laurea: pubblichiamo estratti di tesi di laurea

14. Vademecum: uso non discriminatorio del linguaggio, discussioni teoriche:
in questa cartella sono raggruppati i materiali ed articoli per un approfondimento teorico e critico.

15. La breviaria della lingua italiana: per evitare un uso esagerato di maschili e femminili proviamo a tradurre espressioni comuni o a trovare forme alternative per esprimerci con un linguaggio inclusivo

Nessun commento:

Posta un commento